Condono Edilizio vs Sanatoria Edilizia: opzioni per regolarizzare abusi edilizi

Nel mondo complesso dell’Urbanistica e della compravendita immobiliare, due concetti spesso confusi ma fondamentali in tali ambiti, sono il condono edilizio e la sanatoria edilizia.

Esploreremo semplicemente quali sono le differenze tra di essi, spiegando in modo chiaro e pratico come è possibile regolarizzare gli abusi edilizi senza dover aspettare condoni incerti per approcciarsi ad una compravendita serena.

Le differenze tra condono edilizio e sanatoria Edilizia sono molte

Sono entrambi strumenti legali che consentono la regolarizzazione di abusi edilizi, ma con modalità e implicazioni differenti.

Il condono edilizio è una procedura straordinaria che, quando approvata dal legislatore, consente la regolarizzazione di una serie di violazioni edilizie in modo ampio e generalizzato. Tuttavia, la sua attuazione è soggetta a tempi incerti e decisioni politiche, rendendo difficile anticipare quando e se verrà varata questa pace fiscale.

Quando verrà approvato un nuovo condono edilizio?

La data di entrata in vigore di un condono edilizio dipende dalle decisioni legislative e politiche.

Non esiste un tempo predefinito o garantito per l’approvazione di un condono, il che rende la sanatoria edilizia una scelta più affidabile per coloro che desiderano regolarizzare abusi edilizi senza dover aspettare tempi incerti.

In tantissimi ci stanno chiedendo di tenerli in considerazione in caso di approvazione di un nuovo condono edilizio 2024 e pertanto abbiamo creato una pagina apposita dove ci si può inserire spontaneamente ed essere contattati in caso di approvazione di condono edilizio o altra normativa simile.

La sanatoria edilizia è una procedura ordinaria che consente la regolarizzazione di specifici abusi edilizi attraverso la presentazione di apposite pratiche, come la C.I.L.A. (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata), la S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) o il Permesso di Costruire.

Queste procedure offrono una soluzione più rapida e affidabile rispetto all’attesa di un condono.

Ma bisogna capire se applicabili al tuo caso, con indagini ricognitive.

Se ti stai chiedendo come regolarizzare un abuso edilizio datato, la risposta è che la sanatoria edilizia è lo strumento adatto per farlo, ora.

Anche se l’abuso è avvenuto anni fa, è possibile presentare le pratiche necessarie per ottenere la regolarità urbanistica, garantendo così la conformità dell’immobile alle normative vigenti.

Cosa Comporta una Sanatoria Edilizia?

La sanatoria edilizia comporta la regolarizzazione dell’abuso edilizio, rendendo legale ciò che inizialmente era stato realizzato in violazione delle normative urbanistiche.

Regolarizza interventi già realizzati in assenza di autorizzazioni, purché questi rispettino il principio della cosiddetta “duplice conformità”.

Significa che gli interventi devono essere conformi alle norme ed agli strumenti urbanistici vigenti sia al momento dell’abuso edilizio, sia al momento della richiesta di sanatoria.

Ed è qui che l’assistenza tecnica diviene fondamentale.

In altre parole, affinché un intervento possa essere regolarizzato tramite sanatoria edilizia, deve essere asseverato da tecnico abilitato che, sia al momento in cui è stato realizzato l’abuso edilizio, che al momento della richiesta di regolarizzazione, esso rispettava le normative e le disposizioni urbanistiche in vigore.

Questo principio assicura che gli interventi regolarizzati siano conformi alle leggi e alle regolamentazioni in materia edilizia sia nel passato, che nel presente.

Se sei proprietario di un immobile con abusi edilizi o stai valutando l’acquisto di una proprietà con incertezze legali, la soluzione è affidarsi a un tecnico esperto e specializzato nel settore tecnico abbinato alla compravendita immobiliare.

L’esperienza e la competenza potranno aiutarti a valutare la situazione, ricevere adeguata informazione e consulenza professionale, per guidarti attraverso le procedure necessarie per accertare la situazione in modo tempestivo e sicuro, a prova di notaio.

Redatto il 07.04.2024

Geom. Alessandro Grupico
Geometra, Imprenditore, Blogger, Autore di un libro di Soluzioni per Agenti Immobiliari

(Le notizie ed i dati forniti nell’articolo derivano da personali studi ed interpretazioni dello scrivente e non equivalgono a consulenze tecniche applicabili in via generale ad ogni casistica inerente il tema, da valutarsi in maniera professionale e mirata.)
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *