Regolarità urbanistica

Per “regolarità urbanistica” si intende la conformità tra l’insieme della documentazione urbanistica depositata al Comune e lo stato dei luoghi.

In alcuni casi viene anche denominata come “legittimità della preesistenza”, dove per preesistenza si intende lo stato dei luoghi accertato, che dovrà necessariamente essere legittimo, in conformità (inteso come corrispondenza) alla documentazione amministrativa storica depositata.

Consiste pertanto nella verifica dell’ultimo progetto edilizio depositato ed approvato in forma espressa (mediante licenza di costruzione, concessione edilizia, permesso a costruire, concessione edilizia in sanatoria) o per silenzio assenso (D.I.A., S.C.I.A, C.I.L.A.), allo stato dei luoghi accertato.

In quest’ultimo caso dove la preesistenza proviene da documenti non rilasciati in forma espressa dalla P.A. ma per decorso dei termini previsti, sotto asseverazione di professionista abilitato, si consiglia di verificare i titoli edilizi rilasciati in precedenza per verificarne la continuità urbanistica.

Nel caso di lavori eseguiti nel tempo in assenza di idoneo titolo edilizio o comunque di difformità tra la documentazione amministrativa e lo stato dell’immobile, non sarà possibile accertare la regolarità urbanistica. In questi casi si dovrà provvedere o alla regolarizzazione postuma, “in sanatoria”, ove possibile, mediante “accertamento di conformità” oppure nel peggiore dei casi al ripristino dello stato dei luoghi.

In caso di ristrutturazione del nostro immobile, la regolarità urbanistica sarà doverosa e diventerà il punto di partenza “legittimo” (ante operam) per interventi edilizi che si vorranno progettare e realizzare (post operam). In sua assenza non sarà possibile asseverare la sua agibilità.

Riteniamo molto importante assicurarsi che il proprio immobile sia in regola sotto il profilo documentale, in quanto tale stato autorizzato sarà oggetto di verifiche anche in caso di accensione di mutuo ipotecario ed ancor più all’interno di una eventuale trattativa immobiliare, pertanto in quest’ultimo caso per avviare una compravendita serena consigliamo di affidarvi ad un professionista del settore che saprà sicuramente assistervi per ogni esigenza.


Geom. Alessandro Grupico
Iscritto al Collegio dei Geometri di Roma al n. 9337

(Le notizie ed i dati forniti nell’articolo derivano da personali studi ed interpretazioni dello scrivente e non equivalgono a consulenze tecniche applicabili in via generale ad ogni casistica inerente il tema, da valutarsi in maniera professionale e mirata.)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *